Seleziona una pagina

Galline covatrici sono un fenomeno meraviglioso che incarna l’istinto materno e la capacità di preservare la vita. Queste galline dedicano settimane a covare le uova, proteggendole e mantenendole al caldo fino alla schiusa dei pulcini.

In questo articolo, approfondiremo le caratteristiche delle galline che covano, come identificarle, come prendersene cura, e alcune delle razze più inclini a questo comportamento.

Le galline possono covare le uova in qualsiasi momento dell’anno, purché siano state stimolate a deporre uova fecondate. Di solito, le femmine raggiungono la maturità sessuale intorno ai sei mesi di età e iniziano a deporre uova.

Una volta che una gallina ha deposto un gruppo di uova fecondate, può iniziare la covata, che normalmente dura circa 21 giorni.

Tuttavia, il periodo di covata può variare leggermente a seconda delle condizioni climatiche e dell’età della gallina. Durante questo periodo, la gallina smette di depositare uova e dedica tutte le sue energie alla cova e alla cura dei pulcini.

Per incentivare una gallina a covare, è possibile introdurla in un ambiente confortevole e tranquillo, fornendole uova fecondate e un nido adeguato.

Identificare una Gallina Covatrice:

Esistono quattro segnali evidenti che contraddistinguono una gallina covatrice:

  1. Tempo trascorso nel nido: La gallina covatrice trascorre gran parte del suo tempo nel nido, anche durante la notte, sedendo sulle uova per tenerle al caldo e proteggerle.
  2. Comportamento aggressivo: Diventa territoriale e protettiva, talvolta aggressiva, verso altre galline che si avvicinano al nido, impedendo loro di danneggiare o rompere le uova.
  3. Perdita di piume: Sul petto della gallina covatrice le piume si assottigliano, creando una “coperta” calda e isolante per le uova.
  4. Suoni gutturali: Emette un suono basso e continuo, simile a un brontolio, per comunicare con i pulcini dentro le uova e incoraggiarli a schiudersi.

Prendersi Cura di una Gallina Covatrice:

È fondamentale fornire alle galline covatrici un ambiente adeguato per garantire il successo della covatura e la schiusa dei pulcini:

  1. Nido Sicuro e Confortevole: Creare un nido tranquillo, buio e riparato con materiale morbido come paglia o fieno per mantenere le uova al caldo e al sicuro.
  2. Accesso a Cibo e Acqua: Garantire che la gallina covatrice abbia cibo e acqua a sufficienza nelle immediate vicinanze del nido, in modo da minimizzare il tempo fuori dal nido.
  3. Verifica delle Uova: Controllare periodicamente le uova per assicurarsi che siano state fecondate e che la temperatura del nido sia appropriata, generalmente compresa tra 37°C e 37,5°C.
  4. Preparazione per i Pulcini: Arricchire l’habitat con un box separato e caldo per accogliere i pulcini una volta nati, dove possano crescere al sicuro e lontano da predatori.

Razze di Galline Covatrici:

Alcune razze di galline hanno una maggiore propensione alla covatura. Tra le più note citiamo:

  1. Galline Cocincina: Docile e affettuosa, con un forte istinto materno, la Cocincina è una scelta eccellente per coloro che desiderano allevare galline covatrici.
  2. Gallina Moroseta: Piccola e pelosa, la Moroseta è una razza nana dal piumaggio morbidissimo, molto adatta alla covatura e alla cura dei pulcini.
  3. Gallina Amrock: Robusta e rustica, l’Amrock è una razza resistente e longeva, con un’inclinazione alla covatura e alla cova.
  4. Gallina Padovana: Caratterizzata da un ciuffo e una barba, la Padovana è una razza ornamentale nota per la sua attitudine alla covatura e alla maternità.
  5. Gallina Orpington: Dolce e mansueta, l’Orpington è una razza a duplice attitudine con un forte istinto materno, che la rende una candidata ideale per la covatura.

Le galline covatrici sono un elemento prezioso per ogni pollaio, poiché la loro dedizione e l’istinto materno permettono di osservare il miracolo della vita che sboccia. Se hai la fortuna di avere una gallina covatrice nel tuo pollaio, prendertene cura e ammirare la sua capacità di dare vita a una nuova generazione di pulcini sarà un’esperienza indimenticabile.