Seleziona una pagina

Nel Pollaio Allevare e custodire Galline – Conoscere le Razze e Gestire un pollaio

Nel pollaio-galline-galli-uova

Fin dai tempi dell’antichità le galline, galli e pulcini fanno parte di quel gruppo di animali da cortile che l’uomo a sfruttato per la propria sopravvivenza, tale vicinanza a fatto si che galline ovaiole, galline ornamentali, galli e pulcini entrassero a far parte della cultura dei popoli, della loro storia e mitologia, modi di dire e proverbi.

razze galline

Le galline si suddividono in tantissime razze, molte anche con caratteristiche di dimensioni, colorazione, piumaggio e comportamento assai diverse tra loro. Solitamente le razze di gallina prendono il nome dalla loro località di provenienza (gallina livornesegallina padovana, ecc.) e quasi ogni nazione del mondo può vantarne una speciale tipologia.

Pollaio in Legno Massello di Pino Gabbia per Polli da Esterno 178x67x92

Pollaio in Legno

Maggiormente i pollai in legno sono quelli più diffusi e apprezzati, da installare sul giardino per galline ovaiole. Tra questi ci sono tre categorie pollai a capanna, a casetta e a villa

pollaio-in-ferro

Pollaio in Metallo

I pollai in metallo possono avere una struttura molto semplice ed essere costituiti da vari pannelli di rete metallica saldata e rigida con una piccola porta per l’accesso.

Pollaio in Plastica

Il pollaio in plastica, rispetto a quelli in legno, è sicuramente più leggero, facile da montare, non ha bisogno di viti e soprattutto facile da pulire e igienizzare.

POLLAIO
pollai

L’uso dei pollai è certamente antichissimo, dal momento che l’uomo sin dall’inizio dell’allevamento dei polli per la produzione di uova e di carne, ha avuto la necessità di circoscrivere detti animali in un ambiente preciso.

I ritrovamenti archeologici più recenti hanno confermato che la diffusione del fenomeno dell’addomesticare galli e galline abbia avuto origine nella Valle dell’ lido  già attorno al 2500-2100 a.C.

uova-galline-nel pollaio

Uova

Le uova fresche e maggiormente quelle provenienti da galline allevate a terra come si faceva tanti anni fa, sono una fonte insostituibile di proteine, ferro, vitamine gruppo b,…

uova feconde-fertili

Uva Feconde

Le uova feconde e/o fertili, erano parte dell’alimentazione quotidiana delle generazioni di 50 anni fa, dal fatto che le uova consumate provenivano esclusivamente da allevamenti rurali…

uova feconde-fertili
uova-galline-nel pollaio

Le uova sono sempre state un l’emblema di vita nuova, la metafora della rinascita dei corpi e della natura. Già gli Egiziani allevavano i polli e a avevano inventato un sistema di incubazione artificiale delle uova, come testimonia lo storico greco Diodoro Siculo. I Romani le usavano per i dolci, per i contorni di salse e come eccellente alimento per la colazione…

incubazione delle uova di gallina

L’ incubazione artificiale di uova di gallina risale a tempi molto antichi, già un migliaio di anni prima di Cristo, gli egizianitentarono con risultati ottimi risultati. In quell’era tutto veniva affidato all’esperienza degli incubatori, dove la temperatura avveniva mettendo a contatto l’uovo con le palpebre.

Anche se le nostre Galline hanno accesso , le erbe, i frutti, i frutti, i semi, ecc. dobbiamo fornire loro complementi al cibo come, cereali, frutta, verdura, ma anche carne o pesce possono far parte della dieta delle nostre galline, per un alimentazione delle galline corretta e sana. 

alimentazione delle galline

Galline e Razze

Le galline si suddividono in tantissime razze, molte anche con caratteristiche di dimensioni, colorazione, piumaggio e comportamento assai diverse tra loro…..

Pollai

I Pollai sono composti essenzialmente da almeno due aree, un ricovero notturno con un deposito delle uova e da un’aia esterna. Come scegliere un pollaio ?

Le Uova

Uova di gallina: le parti dell’uovo, come capire se è fresco, l etichettatura, proprietà, controindicazioni, consigli, come cucinare, come scegliere. Le uova feconde.

Quale razza di gallina fa le uova più buone?

Le galline ovaiole Livornesi (o di razza Livorno) sono le più note per la produzione di uova. La Livornese, come è intuibile dal nome, è una selezione di esemplari di origini italiane. Si tratta di volatili leggeri e particolarmente intelligenti, caratterizzati da tarsi gialli, orecchioni bianchi ed una cresta ripiegata di lato.

Questa razza può avere livree diverse: nera, “selvatica oro” e “selvatica argento” sono le più diffuse. Quelle più produttive sono le Livornesi bianche, in grado di deporre fino a 320 uova ogni anno, a patto che vengano allevate in ambiente rurale. Le uova sono grandi, caratterizzate da un guscio bianco e particolarmente apprezzate in pasticceria.

Le galline Amburgo (anche dette Holland) sono originarie del nord Europa. Sebbene le loro origini siano poco conosciute, sappiamo per certo che i primi esemplari erano già in circolazione nel 18° secolo. Le loro caratteristiche sono il bel piumaggio e un’elevata capacità di deposizione che ne fa una delle migliori ovaiole in circolazione.

Le galline razza Amburgo hanno una particolare forma allungata, con una cresta a forma di rosa ed una protuberanza orientata all’indietro. I tarsi sono blu ardesia e gli orecchioni bianchi, mentre le colorazioni di piumaggio più diffuse sono quelle “oro pagliettato nero” e “argento pagliettato nero”. Questi animali sono particolarmente attivi e presentano una costituzione robusta e resistente.

Le Galline Amrock si contraddistinguono per la colorazione a strisce parallele nere e grigie (più comunemente definita livrea “sparviero”). Sono galline ovaiole molto compatte, robuste e caratterizzate da un rapido accrescimento. Tra le razze di galline ovaiole è una delle più prolifiche, pur essendo un’eccellente razza ornamentale.

Questa gallina ha un’indole calma e tende ad affezionarsi a chi le accudisce, risultando quindi addomesticabili in breve tempo. Non per nientei polli di razza Amrock sono molto socievoli e quindi ideali per chi non ha molta esperienza con l’allevamento.

Qual è la gallina che produce più uova?

Gallina Australorp

Questa gallina è “famosa” perché detiene il record di uova deposte in un solo anno. Alcuni esemplari di galline Australorp sono infatti riusciti a produrre 364 uova in un anno, ovvero ad avere un solo giorno di riposo e senza essere sottoposte ad allevamenti di tipo intensivo.

Qual è la differenza tra un pollo e una gallina?

Il pollo è un uccello che viene allevato per consumarne le carni, per il piumaggio, per la produzione di uova o per la riproduzione. Il termine è generico e indica solo l’animale giovane che non ha ancora raggiunto l’età per riprodursi.
La femmina del pollo, la gallina, può deporre da 200 a 300 uova l’anno a seconda della razza. Il gallo è il maschio che supera i 10 mesi d’età.

Come si mantiene una gallina?

La densità di occupazione ideale per un pollaio è di un massimo di cinque animali per metro quadrato di superficie. Se si fissa una tavola liscia sotto i posatoi, gli escrementi notturni possono essere rimossi con semplicità ogni paio di giorni, mantenendo così pulito l’interno del pollaio. Abbeveratoi e fornitori automatici di mangime accessibili permanentemente fanno del pollaio il centro della vita del branco. Il mangime pellettato, cioè un alimento concentrato ridotto a una forma compatta, è più caro ma riduce gli sprechi alimentari. L’aggiunta di chicchi di cereali è accettata volentieri e favorisce la relazione tra l’uomo e il pollaio.

Lo spazio esterno deve essere diversificato e contenere luoghi ombreggiati e protetti. Che si tratti di alberi, arbusti o vecchi ombrelloni, le galline apprezzano tutti i luoghi riparati. Alle galline però piace anche prendere il sole. Creando un’area secca e sabbiosa esposta a sud, prendere il sole può essere direttamente abbinato a un bagno di sabbia, grazie al quale questi uccelli possono curare il loro piumaggio.

Galline ovaiole prezzo

Il prezzo di una classica gallina ovaiola “ibrida rossa” commerciale può attestarsi attorno ai 3€ / 5€ (poco di più per una livornese bianca commerciale), le galline ovaiole di razza possono avere un costo che varia tra i 20€ e i 50€ ciascuna, a seconda dell’età, della razza